Edificio multifunzione (Golden Place)

E’ una struttura “aperta” il cui riutilizzo prevede una nuova costruzione. E’ destinato alla realizzazione di attività per disabili al piano terra e come ampliamento di Casa per Ferie al primo piano. La superficie esistente è di 200 mq. ed il volume di 1.000 mc.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Borobudur : Museo della Cultura di Pace e Planetario di Saggezza

Un imponente edificio circolare a circa cento metri dall’edificio del Centro diventerà sede di un Museo della Cultura di Pace; l’idea è di farne il simbolo dello scambio vitale tra la cultura spirituale occidentale e quella orientale per la difesa e la diffusione dei valori del rispetto, della tolleranza e della pace interiore come fondamento della pace nel mondo. Lo spazio ha già accolto alcune statue scolpite in pietra lavica da un artista Giavanese nello stile indonesiano del mandala di Borobudur, tempio buddista costruito nell’ottavo secolo. Vi sarà anche una sala conferenza per ospitare incontri interreligiosi, congressi e conferenze.

Lo stesso edificio ospiterà un Planetario di Saggezza che rifletterà il mondo spirituale e i contributi scientifici e umanitari positivi, così come un planetario riflette i pianeti e le costellazioni. Ogni simbolo religioso e spirituale sarà rappresentato sulla volta; ogni stella rappresenterà organizzazioni o individui che hanno realizzato un progetto per il beneficio dell’umanità e dell’ambiente.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Mili Tulku Rinpoche Tenzin Gyaltsen

Mili Tulku Rinpoche Tenzin Gyaltsen è nato in Francia nel 1963. Mostrò sin dall’infanzia un interesse nella spiritualità e il desiderio di vivere una vita contemplativa. Conobbe inizialmente monaci di rito cristiano europeo e sentì un’affinità con la loro stile di vita, ma poi scoprì il Buddismo all’età di vent’anni.

Mili Tulku incontrò Lama Gangchen Rinpoche in Nepal nel 1983 e diventò suo discepolo. Da allora, Lama Gangchen Rinpoche lo ha chiamato ‘secondo trono’ e ‘Yogiji’.

Il rapporto di reincarnazione tra Mili Tulku e Lama Gangchen Rinpoche fu confermato dall’oracolo del protettore di Rinpoche.

Nel 1988 entrò nel monastero di Sera Me in India meridionale. Durante questo periodo di studio, aprì un dispensario e dava trattamenti per provvedere alla salute dei monaci e della popolazione locale. Nel periodo dal 1987 al 1992, passava il suo tempo tra l’India e la Svizzera, doveva lavorava negli ospedali come assistente alle persone anziane e morenti, e anche nel campo delle cure palliative.

Fu formalmente riconosciuto come reincarnazione di Mili Geshe Sherab Sangpo da Sua Santità il 14 Dalai Lama nel 1990, dopo il riconoscimento da parte di S.E. Denma Locho Rinpoche e Tri Yongdzin Tulku Rinpoche, nonchè vari Gesce del monastero di Sera Me, e la reincarnazione di un lama collegato alle vite precedenti di Lama Gangchen Rinpoche e il monastero di Tashi Lhunpo in Tibet.

Mili Tulku abita in Francia, è sofrologo, viaggia e dà insegnamenti in tutto il mondo.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS