Iniziazione e pratica del Mandala di Yamantaka delle 13 Divinità – Rituale del Rabne Chenmo, con la costruzione del mandala di sabbia di Yamantaka (Sacio)

un metodo per trasformare la violenza interiore

Il Tantra di Yamantaka ci offre una chiave per comprendere e armonizzare le energie del corpo e della mente con quelle del mondo in cui viviamo.

Gli obiettivi della pratica di Yamantaka sono: 

Migliore gestione delle emozioni negative incontrollate, in particolare quelle che riguardano la violenza interiore e l’aggressività. Questi stati mentali attaccano e bloccano l’energia vitale personale ai livelli fisico, emozionale e mentale.

Riconoscimento dell’“ignoranza” e della propria chiusura mentale. Sviluppo della chiarezza, della visione della reale natura dei fenomeni e dell’abilità ad agire deliberatamente.

Incremento del rilassamento fisico e mentale e miglioramento delle proprie capacità intelletuali.

Risultati attesi

Comprensione dei risultati negativi, su noi stessi e sugli altri, derivanti dall’uso violento delle facoltà sensoriali.

Gestione positiva dei propri stati emotivi, prevenzione dello stress e dei disagi psicologici legati al lavoro, come per esempio la sindrome da burnout.

Superamento delle angoscie e delle paure, in particolare quella più profonda, la paura della morte.

Capacità di superare le tendenze maniacali e ossessive.

Accrescimento della propria energia vitale e maggiore capacità di affrontare le difficoltà con una mente pacifica.

Miglioramento delle relazioni con gli altri e della capacità di cooperare e di collaborare.

Maggiore successo e armonia nelle azioni quotidiane nell’ambiente domestico, lavorativo e nella società.

Il metodo del Tantra di Yamantaka aiuta a sviluppare:

- l’intelligenza, la memoria, l’abilità di esprimere i concetti

- la sapienza chiara, profonda e rapida

- l’abilità di insegnare, scrivere e dibattere

 Origini dell’insegnamento

L’ Autoguarigione Tantrica NgalSo di Yamantaka delle 13 divinità è basata sul lignaggio segreto Mahamudra del Ganden Nyengyu del Buddismo tibetano.
Yamantaka è la manifestazione irata di Manjusri, il Buddha della Saggezza.

La sua pratica meditativa ci aiuta a superare le paure e a trasformare l’ignoranza e la rabbia nel cammino verso l’Illuminazione.

L’insegnamento di Yamantaka delle 13 divinità è un tantra Non Duale Mahanuttara, la classe più elevata. In un’epoca degenerata come quella attuale, il Tantra di Yamantaka delle 13 divinità è un metodo eccellente per purificare il karma negativo derivante dall’avversione e dall’odio.

Possiamo inoltre usare il nostro corpo sottile, i canali, i venti, le gocce e il respiro come mezzi per raggiungere l’Illuminazione

La sua pratica conduce alle realizzazioni dell’unione di Chiara Luce e Corpo Illusorio e del fuoco interiore del Tummo.

Il Rituale del Rabne Chenmo, è una cerimonia che ci riconnette positivamente con la Madre Terra, attraverso il potere dei mantra, della concentrazione, delle visualizzazioni, dei rituali di offerta e in particolare con la costruzione del mandala di sabbia di Yamantaka (Sacio).

Quando il mandala è completato, la tradizione prevede che venga distrutto a simboleggiare la natura transitoria dei fenomeni. La sabbia del mandala viene utilizzata per riconsacrare la terra e i suoi abitanti. A conclusione del grande rituale di purificazione e benedizione del luogo, Rabne Chenmo la sabbia verrà dissolta nelle acque che scorrono intorno al Tempio del cielo sulla Terra, per ricongiungersi alla Natura.

Questa cerimonia sarà presenziata da Lama Gangchen Rinpoche, Lama, Geshe e monaci del monastero di Shar Ganden nel Sud dell’India.

I benefici di questa pratica sono l’aumento della pace interiore, la rigenerazione della nostra energia fisica e mentale, il riequibrio delle nostre emozioni, la stabilità e la chiarezza mentale, la consapevolezza, ed inoltre ci riconnette in maniera positiva con la Natura, in particolare con i Naga e i protettori dell’elemento terra.

Questo rituale di accumulazione di energia positiva verrà dedicato alla pacificazione di tutte le catastrofi naturali.

 

 

Rituale del Rabne Chenmo, con la costruzione del mandala di sabbia di Yamantaka (Sacio), che ci riconnette positivamente con la Madre Terra

Il Rituale del Rabne Chenmo, è una cerimonia che ci riconnette positivamente con la Madre Terra, attraverso il potere dei mantra, della concentrazione, delle visualizzazioni, dei rituali di offerta e in particolare con la costruzione del mandala di sabbia di Yamantaka (Sacio).

La realizzazione di un Mandala di sabbia colorata è l’opera più spettacolare della tradizione del buddhismo tantrico sia dal punto di vista artistico che spirituale. Assistere alla creazione di uno di questi capolavori è un’esperienza indimenticabile. I monaci giornalmente faranno la sadhana di Yamantaka, (la meditazione recitata per raggiungere lo stato della divinità), dopodichè prima di inserire la sabbia i monaci-artisti disegneranno le precise forme geometriche su una base di legno, con le misure e le proporzioni esatte rappresentanti il cosmo e la dimora della divinità. Procederanno poi all’inserimento della sabbia colorata con i Chak-purs, piccoli imbuti e raschietti, ogni colore usato ha un  significato particolare, così come ogni simbolo realizzato. Quando il mandala è completato, la tradizione prevede che venga distrutto a simboleggiare la natura transitoria dei fenomeni. La sabbia del mandala viene utilizzata per riconsacrare la terra e i suoi abitanti. A conclusione del grande rituale di purificazione e benedizione del luogo, Rabne Chenmo la sabbia verrà dissolta nelle acque che scorrono intorno al Tempio del cielo sulla Terra, per ricongiungersi alla Natura.

Assistere sia per poche ore o per l’intera settimana alla creazione del Mandala di sabbia, recitando il mantra di Yamantaka,  è una profonda meditazione, che ha un grande impatto sulla mente trasformandola.

Questa cerimonia sarà presenziata da Lama Gangchen Rinpoche, Lama, Geshe e monaci del monastero di Shar Ganden nel Sud dell’India.

I benefici di questa pratica sono l’aumento della pace interiore, la rigenerazione della nostra energia fisica e mentale, il riequibrio delle nostre emozioni, la stabilità e la chiarezza mentale, la consapevolezza, ed inoltre ci riconnette in maniera positiva con la Natura, in particolare con i Naga e i protettori dell’elemento terra.

Questo rituale di accumulazione di energia positiva verrà dedicato alla pacificazione di tutte le catastrofi naturali.
Martedì 23 giugno ore 14.30 puja del fuoco dell’incremento  
Giovedì 25 giugno 14.30 puja del Fuoco di pacificazione

Milano Città Mandala

INVITO ALL’EVENTO

“Milano Città Mandala 2015″

organizzato dall’Unione Buddhista Italiana
con il patrocinio del Comune di Milano nell’ambito delle iniziative Expo in Città

L’evento si svolgerà in quattro luoghi di Milano, in occasione della festività del Vesak la ricorrenza festeggiata dai buddhisti di tutto il mondo e di tutte le tradizioni.

I quattro luoghi saranno caratterizzati da quattro elementi, quattro colori, quattro temi caratteristici della pratica buddhista: Gentilezza, Non violenza, Altruismo, Ecosostenibilità.

Tutti i luoghi avranno a disposizione una porzione di un mandala sul quale apporre frasi sul tema chiave scelto.

Per i dettagli dell’interra giornata in tutti i quattro i luoghi visita il sito dell’Unione Buddhsita Italiana.

PROGRAMMA DEL KUNPEN LAMA GANGCHEN

(presso la sede di Via Marco Polo, 13 – Milano)

Tema chiave “non violenza” – elemento acqua – colore blu

Ore 10.00

  • Meditazione silenziosa di 10 minuti in contemporanea con l’inizio delle attività negli altri tre luoghi di Milano
  • Esposizione delle reliquie di Buddha Shakyamuni: T.Y.S. Lama Gangchen, Ven. Walpola, Ven. Anuruddha e il Sangha ordinato del Kunpen Lama Gangchen rendono omaggio alle reliquie
  • Presa di rifugio e preghiere per la pace, guidate dai monaci ed eseguite con gli strumenti tradizionali e il gong

Ore 10.30

  • Inizio costruzione del Mandala di sabbie colorate di Matreya eseguito dai monaci del Kunpen Lama Gangchen della tradizione Geluk Ganden Nyengyu
  • Apertura Laboratori di arteterapia NgalSo: Educazione alla pace interiore, un percorso sulla concentrazione, sui sensi e sulle emozioni: disegnamo il fior di loto, intrattenimento per i bambini.
  • Guru Puja con il sangha della tradizione Geluk Ganden Nyengyu e Sangha laico

Ore 13.00

  • Affissione della porzione blu del Mandala

Ore 13.15

  • Pausa pranzo

Ore 14.15

  • Presentazione Campagna 8×1000 all’ UBI a cura di Lama Michel Rinpoche e Marco Columbro

Ore 14.30

  • Autoguarigione Tantrica NgalSo I – Mantra Buddha Shakyamuni

Ore 15.00

  • Meditazione silenziosa di Autoguarigione NgalSo con T.Y.S. Lama Gangchen

Ore 15.30

  • Trulkor NgalSo yoga

Ore 16.00

  • United Peace Voice “Peace Sound” presentano:
    • Meditazioni con accompagnamento musicale e cantate dal vivo
    • Autoguarigione Tantrica NgalSo
    • Guyasamaja mantra

Ore 16.50

  • Realizzare la pace con l’ambiente elemento acqua con Lama Michel Rinpoche

Ore 17.30

  • Concerto di campane tibetane con il gruppo di Thonla

Ore 18.00

  • Concerto con la cantautrice Illy

Ore 18.30

  • Dissoluzione del Mandala e distribuzione delle sabbie del mandala

Ore 19.00

  • Cerimonia di chiusura e riconsegna della porzione blu del mandala con i post it sulla non violenza

In contemporanea, per tutta la giornata, ci saranno:

  • Esposizione delle Reliquie di Buddha Shakyamuni dello Sri Lanka del Monastero Zurich Buddist Vihara
  • Cerimonia di offerta dell’acqua, dell’incenso e delle candele a Buddha Shakyamuni
  • Laboratorio per i bambini
  • Esposizione del dipinto di Jacopo Ceccarelli in arte Never 2501 e Leonardo Ceglie
  • Mostra delle Thanke mediche della tradizione tibetana
  • Bandiere del mondo
  • Proiezioni Video
  • Reception: informazioni sull’UBI 8×1000 e 5×1000 Help in Action, Emergenza Nepal e Fondazione Lama Gangchen

Vi aspettiamo numerosi e… “passate parola”…

Iniziazione e Pratica dei 4 mandala di Tara Cittamani per 24 ore e puja del fuoco di Vajradaka con dedica speciale per la pace nel mondo

Questo ritiro intenso della pratica di Tara, inizierá con l’iniziazione di Tara Cittamani conferita da Lama Gangchen e che consiste nella recitazione delle 21 lodi, l’ invocazione, le prostrazioni e l’offerta del mandala, per 24 ore senza interruzione (con sessioni di 2 ore a rotazione) verrà dedicata al superamento di tutti gli ostacoli e paure, alla pacificazione degli squilibri ambientali e astrologici e al riequilibrio dei cinque elementi e per la realizzazione di tutti i nostri desideri.

La pratica di Tara Cittamani è un metodo speciale del buddismo tibetano che aiuta a dissipare le interferenze e a liberare tutti gli esseri viventi da qualunque forma di paura e di pericolo. La pratica permette di identificarsi con la pura energia di cristallo della divinità femminile Tara, conosciuta anche come la Liberatrice e L’Eroina Veloce per la rapidità che caratterizza il suo intervento. La speciale energia di Tara, che è la consorte di Buddha Amogasiddhi, il Supremo Guaritore della paura, è la chiave per superare tutte le paure esterne, interne e segrete.
Siete pregati di chiamare la Segreteria per segnarvi alle sessioni in anticipo.
Questa attivitá é a ingresso libero